Skip to main content

Evidenze sull’andamento del PIL in RC nel primo trimestre: primi segnali di stagnazione

Panoramica annuale e trimestrale

La CZSO ha pubblicato il resoconto del primo trimestre sul PIL (Prodotto Interno Lordo) della Repubblica Ceca. Secondo le stime dell’Ufficio Statistico Ceco CZSO il prodotto interno lordo è rimasto invariato trimestre su trimestre nella prima parte del 2023 e nel confronto su base annua è diminuito dello 0,4%. Il calo del PIL su base annua è stato influenzato per la maggiore dalla diminuzione della spesa per consumi finali delle famiglia e della riduzione delle scorte, la domanda esterna ha invece avuto un’influenza positiva. Ricapitolando, secondo le previsioni più dettagliate, nel 1° trimestre 2023 l’economia ceca ha ristagnato, trimestre su trimestre (q-o-q) mentre nel confronto anno su anno (a/a), è diminuita per la prima volta dal 1° trimestre dell’anno 2021. Il prodotto interno lordo (PIL) corretto per gli effetti dei prezzi e destagionalizzato è rimasto invariato, trimestre su trimestre e nel confronto anno su anno, il Prodotto Interno Lordo è diminuito dello 0,4%.

Free vector gross domestic product concept. growth arrow chart with globe, stacks of money, happy tiny professional.

Le componenti preponderanti sul PIL

I settori che principalmente hanno contribuito alla crescita del Valore Aggiunto Lordo (VAL) del 1.1% su base annua sono l’industria con +0.4 punti percentuali ( crescita dell’1.6%), le attività immobiliari +0,4 punti percentuali  e una crescita del 4,5%, e il gruppo di attività economiche della pubblica amministrazione, dell’istruzione e delle attività sanitarie e sociali con un aumento di 0,4 punti percentuali (+2,6%). Ci sono stati poi settori che hanno influito negativamente in particolare il settore delle costruzioni con una diminuzione di 0.2 punti percentuali, quindi un calo del 3.8% e il gruppo di attività economiche del commercio, dei trasporti e dei servizi di alloggio e ristorazione con una riduzione del 2.8% (-0.5 punti percentuali). Il direttore del Dipartimento di contabilità nazionale dell’Ufficio statistico ceco (CZSO), Vladimír Kermiet, ha commentato i risultati affermando che sul fronte della domanda, la crescita della domanda esterna e della spesa per consumi delle amministrazioni pubbliche sono stati i principali fattori dell’andamento del Prodotto Interno Lordo nel primo trimestre di quest’anno, trimestre su trimestre, e la spesa per i consumi finali delle famiglie e la formazione lorda di capitale hanno invece avuto un’influenza negativa sul PIL. Similmente all’andamento trimestrale, il calo del Prodotto Interno Lordo del 0.4% su base annua in Repubblica Ceca è stato influenzato soprattutto dalla spesa delle famiglie per i consumi (-0.3 punti percentuali) e dalla variazione delle scorte (-2.8 punti percentuali). Al contrario, la spesa per consumi finali delle amministrazioni pubbliche e la domanda esterna hanno avuto un’influenza positiva anno su anno con un aumento rispettivamente di 0.8 e 4.6 punti percentuali.

La spesa per i consumi finali, gli investimenti e il saldo del commercio internazionale di beni e servizi

Trimestre su trimestre (q-o-q), la spesa per i consumi finali è diminuita dello 0,3%, mentre anno su anno (y-o-y) del 3,2% e di questi, la spesa per consumi finali delle famiglie è diminuita dell’1,2% trimestre su trimestre. La diminuzione ha interessato la spesa per l’acquisto di beni e servizi non durevoli. In generale, nel confronto su base annua, la spesa per consumi finali delle famiglie è diminuita del 6.4%, dall’altra parte invece, la spesa per i consumi finali delle amministrazioni pubbliche è cresciuta dell’1.9% trimestre su trimestre e del 3.9% anno su anno.

Gli investimenti fissi lordi sono diminuiti da un trimestre all’altro dell’1,8% e nel confronto anno su anno sono invece cresciuti dello 0,3%. In particolare, da una parte sono aumentati gli investimenti in mezzi di trasporto, ICT e altri macchinari e attrezzature e dall’altra, sono invece diminuiti gli investimenti in abitazioni e altri edifici e strutture. La variazione delle scorte è stata di +43,2 miliardi di CZK, tuttavia inferiore di 30,9 miliardi di CZK rispetto al trimestre corrispondente dell’anno precedente.

Il saldo del commercio internazionale di beni e servizi a prezzi correnti è stato pari a 93,7 miliardi di CZK, con un aumento di 92,7 miliardi di CZK rispetto allo stesso periodo dell’anno passato. In aggiunta, le esportazioni sono aumentate trimestralmente in termini reali del 2,5% e nel confronto annuale, sono cresciute del 9,5%. Riguardo a quanto detto, lo sviluppo è stato influenzato maggiormente dall’aumento delle esportazioni di apparecchiature elettriche e veicoli a motore mentre per quanto riguarda le importazioni, sono diminuite dell’1,3% nel confronto trimestre su trimestre e del 3,3% anno su anno.

 

Fonte: https://www.czso.cz/

Fonte Grafica: storyset.com

Fonte Immagini: https://www.freepik.com/ ; https://www.czso.cz/

Leave a Reply

Call Now Button