Skip to main content

La costruzione delle infrastrutture di importanza strategica sarà accelerata

La Camera dei Deputati ha approvato una modifica alla legge, che mira ad accelerare la realizzazione di una gamma di interventi più ampia rispetto a quanto fatto finora. Per gli investimenti strategicamente importanti nel settore energetico e dei trasporti, la legge intende stabilire termini vincolanti di quattro anni per il completamento di tutti i procedimenti amministrativi.  Le modifiche proposte dal legislatore dovrebbero inoltre alleggerire la burocrazia e quindi accelerare i processi di autorizzazione per gli investimenti strategici, consentendo un vero riavvio dell’economia ceca. Inoltre, la Camera di commercio e altre organizzazioni imprenditoriali si impegneranno a semplificare ulteriormente la legislazione che autorizza gli investimenti strategici anche in altri settori, affinché in Repubblica ceca si crei un ambiente prevedibile e motivante per gli investimenti delle aziende.

L’accelerazione nella costruzione delle infrastrutture, dei trasporti, dell’acqua e dell’energia sarà ora esaminata dai senatori e dal presidente. Se la loro verifica dovesse dare esito positivo, la modifica di legge entrerà in vigore il 1° gennaio 2024.

Le principali modifiche

L’obiettivo di questa manovra è quello di sfruttare la posizione geografica e il potenziale economico al fine di consentire alla Repubblica Ceca di posizionarsi tra i paesi più sviluppati.

Ecco una panoramica degli interventi previsti:

  • Trasporti: completare la rete autostradale di base e accelerare la costruzione di ferrovie ad alta velocità e di altre strutture di trasporto chiave,
  • Energia: sostegno alla realizzazione e al completamento dei blocchi nucleari, con la possibilità di finanziamento attraverso il cosiddetto regime del “Contract for Difference”, già approvato dalla Commissione Europea per la realizzazione di centrali nucleari in Gran Bretagna. Inoltre, si intende promuovere lo sviluppo di piccoli reattori modulari e incrementare l’utilizzo di fondi europei per investimenti nelle fonti energetiche rinnovabili,
  • Estrazione di risorse minerarie e materie prime: l’obiettivo è garantire una quantità sufficiente di materie prime, sia per le autostrade e le ferrovie (ghiaia, sabbia e altro), sia per i trasporti e le fonti energetiche per lo stoccaggio delle batterie. La modifica di legge, propone anche regole più semplici per consentire l’attività estrattiva e la facoltà da parte dello Stato di determinare quali depositi di queste materie prime critiche sono strategici per la Repubblica ceca,
  • Industria moderna: permessi più rapidi per la produzione industriale di tecnologie moderne di importanza strategica come la produzione di batterie per automobili, la produzione di chip, la lavorazione di materie prime secondarie, materiali riciclati, produzione robotica, la produzione e la lavorazione dell’idrogeno o i data center,
  • Mobilità pulita: accelerazione nella preparazione delle infrastrutture di ricarica e rifornimento nel settore dell’energia pulita creando, allo stesso tempo, spazio per lo sviluppo di modalità di trasporto alternative (elettricità, idrogeno, GNL).

Fonte: https://www.mpo.cz/

Fonti immagini: https://italiapragaoneway.eu/; https://www.praga.info/

Fonte grafica: https://storyset.com/

Leave a Reply

Call Now Button