Skip to main content

Con l’avvicinarsi delle scadenze fiscali, è fondamentale che i lavoratori autonomi siano ben informati sui termini e le modalità di presentazione delle dichiarazioni dei redditi e delle spese. La scadenza per la presentazione della dichiarazione dei redditi per l’anno 2023 varia in base alla modalità di presentazione e al tipo di contribuente.

I lavoratori autonomi sono tenuti a presentare un riepilogo delle proprie entrate e spese alla ČSSZ e alla propria assicurazione sanitaria entro 30 giorni dalla presentazione della dichiarazione dei redditi (DAP). L’Amministrazione della Sicurezza Sociale determina la data di presentazione del riepilogo in base alle informazioni registrate dal lavoratore autonomo nelle righe 40 e 41 del riepilogo stesso. Se il riepilogo viene presentato da un consulente fiscale, questa informazione deve essere indicata nella riga 41 del riepilogo dell’anno. Le scadenze più ravvicinate per la presentazione della dichiarazione dei redditi 2023 dei lavoratori autonomi sono :

  • Lunedì 8 aprile 2024: Questa data si applica a coloro che non sono obbligati a presentare la dichiarazione dei redditi, come ad esempio i lavoratori autonomi con reddito zero.
  • Giovedì 2 maggio 2024: È la scadenza per coloro che possono ancora presentare la dichiarazione cartacea. Questa modalità si applica ai lavoratori autonomi con casella dati obbligatoria, i quali devono comunicare esclusivamente per via telematica.
  • Lunedì 3 giugno 2024: Se la dichiarazione dei redditi viene presentata per via telematica entro il 2 maggio 2024, questa modalità  si applica ai lavoratori autonomi con casella dati obbligatoria.
  • Giovedì 1 agosto 2024: Se la dichiarazione dei redditi viene presentata da un consulente fiscale o se si è soggetti a una revisione legale dei conti, il termine si estende fino a questa data.

Inoltre, è importante sottolineare che i lavoratori autonomi con un reddito annuo superiore a 50.000 CZK sono obbligati a presentare una dichiarazione dei redditi. Tuttavia, indipendentemente dal reddito, tutti devono presentare i rapporti, anche se si è in attività solo da un mese o non si è guadagnata alcuna corona.

Fanno eccezione i contribuenti forfettari

I contribuenti forfettari godono di notevoli vantaggi fiscali, risparmiando su imposte e premi assicurativi obbligatori. Non devono presentare dichiarazioni fiscali annuali né rapporti per le compagnie di assicurazione sanitaria e per l’Agenzia ceca per la sicurezza sociale. Questi benefici sono legati all’introduzione della flat tax, in vigore dallo scorso anno. La flat tax ha visto un incremento, ma continua a offrire vantaggi significativi. È possibile richiederla ogni anno fino a gennaio. I contribuenti forfettari devono pagare solo gli anticipi mensili minimi per l’assicurazione sanitaria, i pagamenti più bassi possibili per l’assicurazione sociale (aumentata del 15%) e infine un’imposta sul reddito di 100 corone. Gli imprenditori sono esentati dal versamento di anticipi all’Istituto di previdenza sociale quando hanno diritto all’indennità di malattia, al PPM o all’indennità di malattia di lunga durata dall’assicurazione malattia del lavoratore autonomo per l’intero mese. Questo include anche i primi 14 giorni di inabilità temporanea al lavoro (quarantena), durante i quali non viene corrisposta l’indennità di malattia. Inoltre, i lavoratori autonomi con un’attività secondaria sono esentati dal pagamento degli anticipi all’Istituto di previdenza sociale dal mese in cui forniscono un certificato del datore di lavoro (o dei datori di lavoro) attestante il raggiungimento della base di valutazione massima da lavoro dipendente, fino al mese precedente a quello in cui presentano il rendiconto delle entrate e delle uscite per l’anno civile successivo. Nel primo anno di avvio dell’attività secondaria, non è necessario pagare i contributi previdenziali e sanitari e  se il reddito annuo è inferiore a 2,4 volte il salario mensile medio nazionale, non si deve pagare nulla. Successivamente, l’assicurazione viene pagata in un’unica soluzione quando si presenta la dichiarazione dei redditi e delle spese.

Come e a chi devo presentare la denuncia?

I rapporti devono essere presentati all’amministrazione locale della sicurezza sociale (a Praga, divisa per distretti) e all’assicurazione sanitaria. Sebbene dall’anno scorso tutti i lavoratori autonomi siano obbligati a dotarsi di una data box e a comunicare con le autorità per via elettronica, né le compagnie di assicurazione sanitaria né il ČSSZ insistono sulla presentazione elettronica. Pertanto, è possibile inviare i rapporti per posta o consegnarli in una filiale. La forma preferita e più semplice per gli imprenditori è il deposito elettronico tramite un modulo interattivo disponibile sul portale elettronico ČSSZ. È anche possibile inviare il rapporto per posta all’indirizzo dell’Ufficio di assistenza sociale competente per territorio. In teoria, è possibile utilizzare la cassetta per la ricezione degli invii fisici, che di solito si trova all’ingresso dell’edificio dell’Ufficio di assistenza sociale. La maggior parte dei lavoratori autonomi presenta i propri rapporti all’Agenzia per la sicurezza sociale e all’Ufficio per la sicurezza sociale. La procedura è simile anche per le compagnie di assicurazione sanitaria, che offrono servizi di self-service online. Ad esempio, con la VZP è possibile registrarsi sul portale VZP Point, compilare il rapporto online e inviarlo.

Pagare tempestivamente i premi arretrati

I premi assicurativi arretrati per il 2023 devono essere pagati entro otto giorni dal ricevimento dell’estratto conto da parte dell’ente di riferimento. Anche in questo caso, ciò vale se il lavoratore autonomo si affretta ad adempiere all’obbligo in anticipo. Esempio: se il lavoratore autonomo aspetta l’ultimo giorno possibile, il 2 giugno, per pagare il premio, dovrà pagarlo entro il 10 giugno. Tuttavia, se si affretta a presentare la dichiarazione venerdì 17 maggio, ad esempio, può pagare il premio entro il venerdì successivo 24 maggio senza incorrere in sanzioni. Solo se la dichiarazione viene presentata l’ultimo giorno utile, o anche se non viene presentata in tempo, il termine di otto giorni per il pagamento decorre dalla data di scadenza. Pertanto, i ritardatari non possono contare sul periodo di tolleranza di otto giorni.

Attenzione alle multe

L’OSSZ, l’ Amministrazione Distrettuale della Sicurezza Sociale, avvertirà per prima cosa i trasgressori della loro inadempienza. Tuttavia, se non rispondono, possono essere multati pesantemente per la mancata o tardiva presentazione. Se non verrà consegnato il rapporto in tempo, l’ufficio di previdenza sociale chiederà di adempiere a questo obbligo. La consegna tardiva o la mancata consegna del rapporto può comportare una multa fino a 50.000 CZK. Secondo la legge, la compagnia assicurativa può punire il trasgressore con una multa entro due anni dalla data in cui è venuta a conoscenza del mancato adempimento o della violazione dell’obbligo e non oltre cinque anni da tale data.

Cosa succede con i nuovi anticipi?

L’anticipo minimo per l’assicurazione sociale per l’attività autonoma principale è aumentato a 3.852 CZK al mese per il 2024 (1.413 CZK per le attività secondarie), mentre il minimo per l’assicurazione sanitaria è aumentato a 2.968 CZK. Anche i lavoratori autonomi pagheranno un extra quest’anno, poiché gli anticipi sull’assicurazione sanitaria aumenteranno ulteriormente. Questo incremento è dovuto all’aumento del salario medio, che determina l’importo degli anticipi. Inoltre, sono state apportate altre modifiche nell’ambito del pacchetto di consolidamento del governo, che hanno innalzato i minimi in modo più marcato del solito. L’adeguamento più significativo è l’aumento della cosiddetta base minima di valutazione. Michal Dvořáček spiega che finora era pari al 25% del salario minimo, ma il governo ha deciso di aumentarla del 5% ogni anno fino al 2026, per portarla gradualmente al 40% del salario medio. Già nel 2024, la base passerà dal 25% al 30% e i prelievi aumenteranno in proporzione. Per l’assicurazione sanitaria, il nuovo prelievo doveva essere pagato già a gennaio e il nuovo deposito minimo doveva essere versato entro l’8 febbraio. Per l’assicurazione sociale, invece, gli acconti cambiano solo a partire dal mese successivo a quello in cui la dichiarazione è stata o avrebbe dovuto essere presentata. Ad esempio, se la dichiarazione viene presentata a maggio, i pagamenti aumentano a partire dall’anticipo di giugno. Fa eccezione il caso in cui dalla dichiarazione risulti un anticipo inferiore a quello dell’anno precedente: in questo caso, è possibile pagare il nuovo importo a partire dal mese in cui si presenta la dichiarazione. L’acconto più basso è versato dai lavoratori autonomi che iniziano l’attività in un determinato anno o da quelli il cui utile lordo annuale non supera 12 volte il salario medio mensile. L’anno scorso, il salario medio era fissato a 40.234 CZK. Per il 2024, è aumentato a 43.967 CZK. Pertanto, il profitto lordo annuale di chi percepisce il salario minimo deve essere inferiore a 527.604 CZK.

Fonte: https://www.businessinfo.cz/clanky/prehledy-pro-cssz-a-zdravotni-pojistovnu-odevzdejte-do-mesice-po-priznani/

Immagine generata dall’ AI

Fonte grafica: https://storyset.com/

Leave a Reply

Call Now Button